forex trading logo

fuf

Chi è online?

 11 visitatori online

Condividi questa pagina

Riunione 12 settembre 2013 PDF Stampa E-mail

1. Spettacolo teatrale 2 ottobre
2. Flash mob 5 ottobre
3. Forum 12 ottobre
4. Adesioni
5. Materiali e diffusione

 

1. Lo spettacolo sarà composto da 5 balli indiani inframmezzati da letture teatralizzate. In particolare ci sarà un pezzo di Ana Ponce sulla violenza contro le donne, 15 minuti di uno spettacolo teatrale di Aurora Colina, e altre letture che stiamo scegliendo (si accettano proposte). Inoltre ci sarà un intervento di Amico Dolci, il figlio di Danilo Dolci, uno dei maggiori esponenti della nonviolenza in Italia. E' ancora da costruire la scaletta.
Rispetto alla logistica ci servono un microfono e delle griglie espositive; Roberto T. chiederà al Sermig se ce li hanno e ce li possono prestare, altrimenti dobbiamo trovarli diversamente o chiederli ai centri del volontariato.
Servirà una persona che segue la parte musicale (Fabio?)
Allestiremo uno spazio con libri, volantini e striscioni prima di entrare nella sala e verrà chiesto un contributo libero agli spettatori per coprire le spese della serata.
Appuntamento per allestire presso il Sermig alle 19,30

2. Si chiamerà PEACE MOB - FACCIAMO SCOPPIARE LA PACE!
Appuntamento alle 16 in piazza Castello angolo via Garibaldi con un indumento bianco.
Compreremo le mascherine (prezzo indicativo 2 Euro l'una - la prossima settimana procediamo all'acquisto anche avendo un'idea del numero di partecipanti)
Faremo una semplice coreografia: per realizzarla si è formato un gruppo ad hoc al momento formato da Cristiana, Daniela e Ana che si incontrerà domani (sabato) alle 17 alla Casa Umanista. Chi vuole unirsi è benvenuto.
Non abbiamo ancora risposte rispetto alla musica, Cristiana contatterà dei suonatori di djembé, Daniela riprova con i gruppi proposti.
Realizzeremo dei cartelli con frasi nonviolente: ognuno può fare qualcosa in autonomia. Daremo maggiori indicazioni dopo aver deciso la coreografia.

3. Il forum del 12 ottobre si intitolerà"Comunità e rivoluzioni"
Forum sul vicinato come punto di applicazione della sensibilità nonviolenta

Un invito per chi ha delle esperienze da raccontare e per chi cerca idee da ascoltare

per info e contatti: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo forum rappresenta l'ideale continuazione del percorso cominciato con il forum "Il sospetto della schiavitù" nel 2011 e continuato con il forum "Il superamento della Schiavitù" nel 2012.

Nel primo appuntamento si è discusso della realtà dell'oppressione economica che veniva paragonata, con una metafora neanche troppo eccessiva, alla schiavitù.

Nel secondo appuntamento si sono cercati modi e strategie per superare questa schiavitù.

Ora l'idea è di andare più nello specifico, considerando le comunità ed il vicinato (in questo caso sinonimi) come il mattone di base per il superamento della violenza economica, se la consideriamo da un punto di vista di vissuto esperienziale, o della violenza sistemica, se la analizziamo da un punto di vista sociale.

In questo caso per comunità si intendono sia le piccole comunità geografiche (il condominio, il paese, il quartiere, la vallata) che le comunità di intenti (nel senso di gruppi accomunati da una qualche idea) ad esempio i gruppi di acquisto solidali, i gruppi politici, le associazioni, i consorzi ecc.

Chiaramente le comunità interessanti da questo punto di vista sono quelle che danno una risposta nonviolenta in senso ampio alla crisi ed all'imbarbarimento del mondo sociale.

L'invito è per tutti coloro che hanno qualcosa di interessante da raccontare su questo argomento, per condividere esperienze e creare relazioni: il forum vuole quindi essere una comunità di comunità, alla ricerca di sinergie e convergenze.

4. Per aderire al 2 ottobre i requisiti sono: essere d'accordo con la lettera d'intenti che incolliamo di seguito e contribuire con 10 Euro ad associazione alle spese degli eventi.

LETTERA D'INTENTI
Siamo persone, organizzazioni e popoli che hanno deciso di camminare insieme, disposti a conoscersi ed a unirsi.

Il fallimento di questo modello di società si sta manifestando nelle più svariate forme: discriminazione sessuale, razziale e religiosa, emarginazione, criminalizzazione basata sulla provenienza e sul livello di povertà, esclusione dai servizi essenziali di sanità e istruzione, precarizzazione e sfuttamento del lavoro.
Assistiamo, a livello globale, al riarmo convenzionale e nucleare, all'invasione di territori e popoli per sfruttarne le risorse, all'utilizzo senza limiti dell’ambiente e delle persone e alla manipolazione costante delle menti attraverso i mezzi di informazione..

Noi non restiamo a guardare, non saremo complici della violenza.
La nostra risposta passa attraverso la nonviolenza attiva, l’unica scelta etica e strategica vincente ed innovativa, l'unica strada per riconciliarci con il passato che ci insegue e rivolgerci al domani con rinnovata speranza.

Agiamo nei più svariati campi culturali, politici e sociali, unendo ed unendoci, dialogando e proponendo, costruendo relazioni ed azioni, opponendoci con il nostro personale e collettivo impegno alla violenza, larvata e manifesta, che ci si para davanti.

Il 2 ottobre, Giornata Mondiale della Nonviolenza, vogliamo realizzare insieme una giornata di impegno, di lotta, di conoscenza, di apertura e di festa per affermare:

1 - Il rifiuto della guerra e della violenza come metodo per risolvere i conflitti
2 - l’uguaglianza di tutti gli esseri umani ed il diritto di ognuno a godere delle stesse opportunità degli altri
3 - l’accettazione e la valorizzazione delle diversità personali e culturali
4 - la libertà di professare qualunque idea e credenza
5 - la necessità della nonviolenza attiva come metodologia delle nuove forme di impegno

Con questi intenti comuni e nel rispetto della diversità di ognuno, sia esso singolo, organizzazione o comunità etnica o religiosa, vi invitiamo a realizzare insieme la Giornata Mondiale della Nonviolenza a Torino.


Hanno aderito l'associazione Speranza Azzurra 2000, l'ass. Ad maiora e l'ass. Handicap & Sviluppo, oltre a quelle già presenti la scorsa settimana.

5. Materiali e diffusione
Il volantino e la locandina saranno pronti la prossima settimana
Il comunicato stampa lo prepara Cristiana
Il sito viene aggiornato da Giorgio
Verrà creata una pagina Facebook 2 ottobre (Giorgio) con la quale faremo gli eventi per ogni data

 
Joomla SEO by AceSEF


Powered by Joomla!. Valid XHTML and CSS.